3 ricette beauty autunnali a base di zucca

ricette-autunnali-zuccaÈ da poco iniziata la stagione delle zucche, ingredienti ottimi per le ricette alimentari, ma non solo! Se amate questo delizioso ortaggio, il suo aroma e il suo colore, ecco alcune ricette beauty autunnali che dovete assolutamente provare:

 

  1. Scrub corpo: mescolare parti uguali di zucca (ridotta in purea) e olio di oliva. Aggiungere zucchero finché non si ottiene un impasto denso e corposo. Quindi usarlo per un peeling delicato del corpo sotto la doccia.
  2. Burro corpo: mescolate parti uguali di zucca in purea e olio di cocco. Spalmare sul corpo prima di entrare nella doccia, lasciare agire e poi risciacquare prima di asciugare la pelle tamponando
  3. Maschera viso: mescolare purea di zucca, zucchero di canna, un cucchiaino di miele e 3-4 cucchiaini di yogurt. Spalmare sul viso e lasciare in posa 10 minuti prima di risciacquare.

I nuovi chignon del 2017 alle settimane della moda

Zang-Toi-chignonTra le acconciature in passerella alla New York Fashion Week si è molto parlato del doppio chignon scelto dal brand Zang Toi alla sfilata primavera estate 2017 ispirata ad un Glorious Giverny Garden.

LEGGI ANCHE: Idea per le nozze: spiral chignon

L’hair stylist Eiji Yamane per Macadamia Professional ha creato un doppio chignon, sostanzialmente realizzando una coda di cavallo bassa su capelli lisci, luminosi e ben disciplinati. La coda viene poi divisa in due parti in senso orizzontale, e si procede poi a creare i due morbidi chignon fissandoli con forcine e poi con un velo di lacca.

I segreti per una coda bassa perfetta

coda-bassa-perfettaLa coda bassa è un grande trend di questo inverno, ed è anche un’acconciatura pratica se si sta fuori tutto il giorno. Ma come renderla anche elegante e trendy? Ecco tutto quello che dovete sapere!

LEGGI ANCHE: A Cannes spopola la mezza coda

  • Per rendere la coda naturalmente ondulata e casual, è bene pettinare i capelli con le dita anzichè con la spazzola.
  • È necessario dare movimento alle lunghezze con uno spray texturizzante che ne enfatizzi le onde naturali.
  • Si può coprire l’elastico attorcigliandoci intorno una ciocca e poi fermandola con una forcina.
  • Un velo di lacca ha il compito di disciplinare eventuali ciuffi ribelli.

Scrub viso purificante e idratante con 3 ingredienti!

scrub-olio-olivaSCRUB VISO FAI DA TE – Con il cambio di stagione gli scrub viso ci permettono di ravvivare un colorito spento e grigio permettendo ai trattamenti di penetrare al meglio. Oggi vi proponiamo uno scrub viso fai da te davvero eccezionale, con soli tre ingredienti: olio extravergine di oliva, sale marino e essenza di lavanda.

LEGGI ANCHE: Scrub labbra allo zucchero

Prepararlo è veloce e semplicissimo: basta mescolare in una ciotolina una quantità sufficiente di olio extravergine di oliva e sale marino – le proporzioni sono all’incirca due parti di olio e una di sale. La stessa ricetta si può replicare anche per uno scrub corpo, eventualmente utilizzando il sale marino grosso per un’azione urto. Bastano 10 secondi per mescolare bene questi due ingredienti con un dito: l’aggiunta di qualche goccia di essenza di lavanda è opzionale. La lavanda aiuta contro diversi problemi della pelle, dai brufoli agli arrossamenti, ma si può sostituire con qualsiasi altro olio essenziale. Infine massaggiare delicatamente il composto sul viso con movimenti circolari, lasciare in posa un minuto e risciacquare. La pelle apparirà subito più fresca, luminosa e idratata.

Boccoli fai da te senza piastra

boccoli-senza-piastraBOCCOLI FAI DA TE SENZA PIASTRA - La piastra arricciacapelli è uno strumento validissimo e di cui in molte non riusciamo a fare a meno! Ma ogni tanto è bello provare qualche nuovo metodo, magari se siamo in vacanza e non abbiamo con noi tutto il necessario. Ecco come realizzare boccoli o beach waves senza piastra: tutto ciò che occorre è spray fissante e tante forcine!

LEGGI ANCHE: Acqua di rose fai da te

  • È necessario iniziare quando i capelli sono leggermente umidi: ne’ troppo bagnati, ne’ troppo asciutti. Per prima cosa, applicare uno spray o un altro prodotto che abbia potere fissante.
  • Dividere i capelli in due sezioni con scriminatura centrale o laterale.
  • Procedere arrotolando piccole ciocche su se’ stesse e fissandole con delle forcine. Per praticità vi consigliamo di iniziare da quelle sulla fronte e poi procedere verso la nuca.
  • Assicuratevi che tutte le ciocche siano ben fissate: può essere necessario, per ognuna, applicare più di una forcina.
  • Asciugare con il diffusore o all’aria. Se volete tenere i boccoli in posa tutta la notte, potete avvolgere i capelli con un foulard di seta. L’importante è togliere le forcine quando sono completamente asciutti.

Come usare il latte di cocco per i capelli

come-usare-latte-coccoLATTE DI COCCO PER LA CURA DEI CAPELLI – Se sono piuttosto noti i modi di utilizzare l’olio di cocco all’interno della beauty routine, non si può dire lo stesso del latte di cocco: si tratta però di un’altra sostanza che può dare molti benefici ai nostri capelli.

LEGGI ANCHE: Usi insoliti dell’olio di cocco

  • Da non confondere con l’acqua di cocco, il latte di cocco è il liquido estratto dalla noce di cocco grattugiata. È ricco di vitamine C ed E ed altri elementi preziosi per la bellezza e il benessere.
  • Una miscela di 6 cucchiai di latte di cocco, 3 cucchiai di olio di cocco, e 2 cucchiai di miele è ottima come impacco preshampoo, da lasciare in posa circa mezz’ora prima del lavaggio
  • Mescolato al balsamo e a qualche goccia di olio capelli diventa un ottimo condizionatore grazie alle sue proprietà nutrienti.
  • Se i capelli sono pieni di nodi, si può provare a districarli con un po’ di latte di cocco e le dita o un pettine a denti larghi.
  • Una maschera idratante per capelli si può realizzare avocado schiacciato, 2 cucchiai di olio di cocco e latte di cocco quanto basta per ottenere una consistenza cremosa. Indossare per un’ora prima di lavare i capelli.

Dormire con i capelli bagnati?

segreti-capelli-bellissimiDORMIRE CON I CAPELLI BAGNATI: SI O NO – Dormire con i capelli bagnati in teoria è una pessima idea. I capelli sono più fragili e tendono a spezzarsi con più facilità. E c’è la concreta possibilità di svegliarsi con dolori al collo o mal di testa se li abbiamo legati troppo stretti. Tuttavia, se si presenta l’occasione di dover dormire con i capelli bagnati, esiste un modo giusto per farlo.

LEGGI ANCHE: 3 trattamenti di bellezza che funzionano nel sonno

  • Cercare di dare almeno un colpo di phon di modo che i capelli siano solo umidi e non fradici.
  • Dormire con i capelli all’ingiù.
  • Indossare un balsamo senza risciacquo o un prodotto condizionante.

Bisogna insaponare tutto il corpo?

donna-doccia-225x300INSAPONARE TUTTO IL CORPO SI O NO – Insaponare tutto il corpo con un bagnoschiuma profumato e magari una bella spugna morbida è una “coccola” quotidiana: ma secondo alcuni esperti sarebbe meglio evitare alcune zone in cui la pelle è meno ricca di oli naturali.

LEGGI ANCHE: Gesti di bellezza sotto la doccia

Secondo l’ Huffington Post, “Il sapone è formulato per sciogliere lo sporco e l’olio, che vengono lavati via grazie all’acqua. La pelle su braccia e gambe in genere non ha molti oli in eccesso, così li pulizia con il sapone rischia di inaridirla.”  La dermatologa americana Cynthia Bailey, fondatrice di DrBaileySkinCare.com, afferma che bisogna circoscrivere la detersione alle parti più grasse e/o che causano cattivi odori, come il viso, le ascelle, i glutei, l’inguine e i piedi.

Fonte

I motivi per pulire la spazzola regolarmente

imagesPULIRE LA SPAZZOLA PER CAPELLI OGNI SETTIMANA – Tipico è lavare i pennelli da trucco molto meno di quando si dovrebbe, ma spesso la situazione della spazzola per capelli è ancora peggiore! C’è chi la lava una o due volte all’anno, chi addirittura mai. Eppure, spazzole e pettini andrebbero accuratamente puliti almeno una volta al mese in media; ma la frequenza va aumentata per chi utilizza prodotti come shampoo secco, lacche e spray per lo styling.

LEGGI ANCHE: Come usare lo scovolino del mascara

IGIENE DI SPAZZOLE E PETTINI – Le cellule morte della pelle e gli oli dei prodotti trasformano infatti la spazzola in un nido di batteri e muffe. Inoltre, accorciano la vita della spazzola e le impediscono di svolgere al meglio la sua funzione. Per pulirla, basta un pettine a denti larghi (o stretti, se la spazzola è in setole di cinghiale), svolgendo il lavoro sotto il lavandino, con acqua tiepida. Poi si può far asciugare all’aria o con il phon. Esistono anche specifici detergenti spray per pulire le spazzole.

Cosa fare se abbiamo messo troppo profumo

051115-fragrance-leadCOME FARE SE ABBIAMO SPRUZZATO TROPPO PROFUMO – Indossare troppo profumo è forse uno dei peggiori crimini di bellezza! Eppure se ci accorgiamo che la fragranza risulta troppo forte, quasi nauseante, si può comunque porre rimedio.

LEGGI ANCHE: Come aumentare la durata del profumo

  • In caso di quantità eccessiva, si può provare a diluire il profumo con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol.
  • Se la fragranza è troppo intensa, come quelle orientali, si può provare la stratificazione con un profumo più fresco e agrumato.
  • Il Citrus in particolare è un’essenza che può essere miscelata con quasi tutti i profumi rendendoli più freschi e leggeri.
  • La volta successiva, per un effetto più morbido, vaporizziamo il profumo in aria e poi passiamo attraverso la nube di goccioline.